Amicizia: un nome e una garanzia! 21 novembre 2017

In occasione del 21 novembre, Festa della Salute, si è svolta con gran entusiasmo la 6^ edizione della Regata dell’Amicizia Femminile in mascarete.

Questo è l’ordine d’arrivo:

1. Anna Campagnari e Luisa Conventi
2. Elena Almansi e Cristina Montin
3. Rossana Nardo e Sofia D’Aloja
4. Sibylle Lohausen e Silvia Majer
5. Alessandra Zoppi e Giovanna Zennaro
6. Manuela Bertoli e Jane Caporal
7. Marzia Bonini e Nausicaa Cimarosto
8. Marta Signorelli e Aida Vitturi

A festeggiare, tifare e partecipare a questa regata LA CANOTTIERI GIUDECCA , che ci ha ospitati, e la REMIERA CANOTTIERI CANNAREGIO.
A presenziare come ospite d’onore, l’Associazione Amici di Casa Famiglia Onlus della Giudecca.
L’Associazione Amici di Casa Famiglia Onlus è nata dall’iniziativa delle persone che già collaborano, a diverso titolo, alla conduzione di Casa Famiglia San Pio X che ospita giovani donne in difficoltà assieme ai loro bimbi.
Il presidente ci ha esposto i problemi che deve affrontare questa Associazione per sostenere mamme e bimbi. La vicepresidente della Canottieri Giudecca Marzia Bonini ha fatto salire per l’occasione questi bimbi per la prima volta nella loro vita in caorlina. Un gran successo che in futuro sarà possibilmente riproposto!
Regatanti e tifosi hanno partecipato con una donazione a favore degli Amici di Casa Famiglia Onlus. Si ringraziano tutti, i soci delle due Associazioni Remiere/Canottieri e tutti quanti che hanno contribuito con le loro donazioni: Alvise Capovilla, Luisa Conventi, Row Venice , Claudio Carretin, Alessandra Zoppi.

La vicepresidente della Remiera Canottieri Cannaregio Adele Scalabrin ha contribuito all’evento con una bellissima riflessione sulla nostra meravigliosa laguna:

LA LAGUNA
Non erba, alberi, fiorellini,
ma acqua, barene, isole e pesciolini.
Questo vedo davanti a me
ed è la cornice e lo sfondo del quadro più bello che c’è.
Non è la Gioconda il prezioso dipinto,
ma è un quadro naturale
è la laguna di Venezia e il suo litorale.
Le bricole e le dame ben distanziate e organizzate spuntano dall’acqua
per rendere questa strada agevole e delineata.
Ricca di pesci, fiori e uccelli con mille colori: è la laguna, è un patrimonio di tutti ed è proprio una vera fortuna.
Solo noi pochi eletti veneziani possiamo goderci questi panorami,
andando a remi in mezzo alle barene
vogando in mascareta in silenzio come fossimo sirene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.