Regolamento d’uso Imbarcazioni

REGOLAMENTO D’USO DELLE IMBARCAZIONI SOCIALI
  1. Onde consentire a tutti i soci, in orari e periodi di particolare frequentazione, di poter trovare imbarcazioni disponibili, le uscite normalmente non dovranno superare l’ora e mezza.
  2. Per le uscite con le imbarcazioni sociali dovrà essere indossata la divisa sociale. Anche eventuali ospiti dovranno ivestire la divisa sociale, salvo non siano soci di altre società sportive: in tal caso, infatti, sarà loro consentito di indossare la maglia della società di appartenenza.
  3. I soci sono responsabili della custodia dell’imbarcazione da loro utilizzata e del relativo materiale e devono rispondere nei confronti della società per qualsiasi danno arrecato per colpa loro o di terzi.
  4. Prima di uscire, l’imbarcazione va verificata e gli eventuali danni o anomalie vanno segnalate per iscritto sul registro delle uscite. Il registro va comunque sempre compilato con l’esatta indicazione dell’imbarcazione (tipo e numero o colore) e con i nominativi di tutti i componenti dell’equipaggio.
  5. Al rientro le imbarcazioni vanno lavate dentro e fuori con acqua dolce ed asciugate. I remi e le forcole vanno messi a loro posto. Eventuali danni vanno segnalati sul registro delle uscite, ove dev’essere comunque annotato anche l’orario di rientro.
  6. Non è consentito, salvo espressa autorizzazione per casi specifici da vistarsi da un consigliere, percorrere per diletto i canali interni, fatta eccezione per il Canale di Cannaregio, il Canal Grande e ed il Canal Grande di Murano, dove dovrà tuttavia venir prestata particolare attenzione soprattutto durante l’incrocio con i mezzi pubblici.

(regolamento integrato con delibera del C.D. in data 22.7.2009)

REGOLAMENTAZIONE DELL’USO DELLE IMBARCAZIONI PER LA DISPUTA DI REGATE SOCIALI OD INTERSOCIALI

Ai soci che intendono disputare regate sociali od intersociali con imbarcazioni della società vengono riservate in via esclusiva le imbarcazioni da loro prescelte a partire dal secondo giorno antecedente la manifestazione (dal venerdì per le regate in programma domenica e dal giovedì per le regate in programma sabato).

Gli interessati avranno cura di approntare un cartello da apporre all’imbarcazione con la dicitura “Riservato per regata del…”

In tali giornate gli altri soci quindi avranno cura di uscire con altre imbarcazioni.

(regolamento approvato con delibera del C.D. del 12.5.2011)

REGOLAMENTO D’USO DELLA GONDOLA, PUPPARINO E CAORLINA DA REGATA
  1. La nuova gondola e la nuova caorlina del cantiere Crea ed il nuovo pupparino del cantiere “Amadi”, del tutto simili alle “mute” di imbarcazioni da regata di proprietà del Comune, sono state acquistate nel 2008 e nel 2011 con l’ottica di favorire la preparazione dei nostri soci agonisti fornendo loro strumenti di allenamento quanto più possibile simili a quelli delle regate comunali e intersocietarie.
  2. Pertanto, nell’utilizzo di tali imbarcazioni dovrà essere data la priorità ad equipaggi formati da soci che intendano disputare regate comunali o intersocietarie e che potranno “prenotare” le imbarcazioni stesse, escluso il sabato pomeriggio e le festività.
  3. Nelle imbarcazioni in questione potranno essere eccezionalmente ospitati, previa autorizzazione da parte del consigliere responsabile, anche soci di altri sodalizi che gareggino o per i nostri colori sociali in regate intersocietarie (solo però qualora non vi siano nostri soci disponibili a formare l’equipaggio) o con nostri soci nelle regate comunali.
  4. L’ospitalità, per quanto riguarda la nostra società, è assolutamente gratuita nei confronti dei soci di quei sodalizi ove operi la reciprocità, e cioè di quei sodalizi che consentano ai nostri soci, altrettanto gratuitamente, di allenarsi con analoghe imbarcazioni da regata presso le loro sedi.In ipotesi di non reciprocità, gli ospiti dovranno versare quantomeno un contributo pari alla quota mensile, e, ove l’ospitalità si protragga, anche se in forma non continuativa, per più di un mese, dovranno necessariamente iscriversi alla nostra società.Per quanto riguarda invece il rapporto degli ospiti con l’Associazione, vigono le norme del regolamento generale di cantiere; per quanto possibile sarà cura dei nostri soci far fronte agli impegni economici con l’associazione onde evitare qualsiasi imbarazzo con gli ospiti.
  5. Di regola i soci “diportisti” dovranno previamente utilizzare le altre imbarcazioni similari che risultassero libere; in ogni caso le imbarcazioni in questione non potranno essere utilizzate se non da equipaggi formati per la maggioranza da soci esperti nella voga intendendosi per tali coloro che abbiano disputato almeno una regata intersocietaria in difesa dei colori sociali o coloro che abbiano disputato almeno una regata comunale o infine coloro che abbiano ricevuto apposita autorizzazione da parte del consigliere responsabile.

In ogni caso i soci “esperti” saranno prioritariamente responsabili nei confronti della società per eventuali danni riportati dalle imbarcazioni

(regolamento approvato dal C.D. in data 6.3.2008)